Tutore legale del minore

Il genitore può designare un tutore legale per il figlio che subentri in caso di necessità?

 

Viene nominato un tutore al minore quando i suoi genitori non possono o non sono in grado di aver cura e di esercitare la vigilanza su di lui, nonché di amministrare i suoi beni.

In particolare, quando il minore:

- è orfano di entrambi i genitori;
- viene dichiarato adottabile;
- è figlio di un genitore anch'esso minorenne e non emancipato;
- è straniero presente in Italia senza i genitori o altro rappresentante legale

(c.d. minore straniero non accompagnato);
- è figlio di genitori ignoti;
- è figlio di genitori dichiarati dal Tribunale decaduti o sospesi dalla potestà

genitoriale (es. perché è aperta una procedura per accertare lo stato di abbandono);
- è figlio di genitori dichiarati interdetti dal Tribunale Ordinario.

 

La designazione può essere fatta per :

- testamento,

- atto pubblico,

- scrittura privata autenticata (La scrittura privata autenticata è una normale scrittura privata che viene sottoscritta in presenza di un pubblico ufficiale, che certifica l'identità del sottoscrivente, autenticando la scrittura)

Se c'è una valida designazione da parte del genitore, il giudice competente nominerà tutore colui che è stato così designato.

Se manca tale designazione, ovvero se gravi motivi si oppongono alla nomina della persona designata, la scelta avviene preferibilmente tra gli ascendenti o tra altri prossimi parenti.

Non è però obbligatorio che si tratti di un parente, dal momento che la legge parla soltanto di una preferenza.

In ogni caso la scelta deve cadere su persona idonea all’Ufficio, di ineccepibile condotta, la quale dia affidamento di educare e istruire il minore.

Il Giudice tutelare, prima di procedere alla nomina del Tutore, deve anche sentire il minore che abbia raggiunto l'età di sedici anni.

Il tutore è nominato con decreto dal Giudice Tutelare del Tribunale del Circondario dove è la sede principale degli affari e interessi del minore (Art. 343 del Codice Civile).

Il decreto del Giudice Tutelare è revocabile e modificabile anche d'ufficio e reclamabile al Tribunale per i Minorenni.

Durante lo stato di adottabilità la nomina del tutore è effettuata dal Tribunale per i Minorenni ai sensi dell’art. 19 della L. 184/1983.

 

 

Avvocato Barbara Beozzo – Via Mercuzio, n. 1- 37122 Verona - Tel 0458536410